Davide Mattiello

311042013161006_DavideMattiello-150x150

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/04/30/un-piccolo-grazie-anche-a-davide-e-lucrezia/

Voglio citare i nomi degli unici parlamentari eletti con il Pd che non votano la fiducia al governo Letta-Alfano, oltre a Pippo Civati di cui ho già parlato.


Davide Mattiello, torinese, 41 anni, alla sua prima legislatura, proviene dal volontariato cattolico e dalle lotte contro le mafie (è stato referente in Piemonte di ‘Libera’). Sul sito dell’associazione di cui è attivista, ‘Benvenuti in Italia’, Mattiello ha scritto: «Alla formazione di questo governo obiettano la mia coscienza, la mia storia, le ragioni per le quali ho accettato la candidatura nel Pd come indipendente». E poi: «L’unica pacificazione nazionale possibile è quella che passa attraverso la verità, giudiziaria e storica. Non c’è altra via alla Terza Repubblica. Ho messo a disposizione le mie dimissioni dal gruppo parlamentare Pd»

Lucrezia Ricchiuti, anche lei alla prima legislatura, è una senatrice di 56 anni, da oltre dieci consigliere comunale a Desio, in Brianza, dove ha fatto della legalità e della lotta alla corruzione la sua bandiera. Anche lei, come Mattiello, è vicina a Libera. Ricchiuti ha spiegato in un comunicato: «Non posso avallare la nascita di questo governo che ci vede alleati con coloro che ho sempre combattuto». E poi: «Il governo Letta-Alfano è un governo democristiano. E’ il governo Vedrò». E sul Pd: «Si sono dimessi tutti, ma il vice del capo, che ha contribuito insieme al capo e agli altri alla nostra Caporetto è diventato presidente. I nostri otto punti ce li mettiamo in quel posto».

Questi i più espliciti.

Un discorso un po’ a parte quello per Ignazio Marino, che ha deciso di non andare in Senato perché dimissionario da Palazzo Madama da quando ha vinto le primarie per sindaco di Roma. Non credo che sfugga tuttavia quello che Marino aveva detto proprio a questo blog pochi giorni fa: «Assolutamente no a qualunque forma di collaborazione con Berlusconi e con le persone che hanno determinato il declino economico e morale del nostro Paese».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...